Come Pulire il Bollitore

Se usi regolarmente il bollitore elettrico, per fare il tè o per far bollire più velocemente l’acqua della pasta, sai con che velocità si accumuli calcare all’interno di questo elettrodomestico. In questa guida spiego un metodo davvero semplice ed efficace per liberarsi del calcare.

Per prima cosa procurati dell’acido citrico. Si trova in farmacia o nei negozi specializzati in enologia, il prezzo varia molto a seconda della quantità acquistata, in farmacia si può acquistare un chilo per circa 7 euro. E’ un prodotto ecologico che ha molti usi nella pulizia della casa, soprattutto come anticalcare. Risulta essere inodore e si presenta sotto forma di sale. Maneggialo con cura perchè puro è irritante per la pelle.

Ora basta mettere all’interno del bollitore un cucchiaio o due di acido citrico, riempire di acqua, e far bollire. Al termine della bollitura non svuotare il bollitore, ma lascia al prodotto il tempo di agire, anche per un’ora. A questo punto sciacqua bene e rimuovi con la spugnetta gli ultimi residui di calcare, che si staccheranno molto facilmente.

In alternativa all’acido citrico si può usare l’aceto, ma va usato in quantità maggiori dato che è meno acido, e va sciacquato a lungo per togliere l’odore prima di riusare il bollitore. Un altro consiglio per mantenere il bollitore più pulito è quello di far bollire acqua precedentemente filtrata nell’apposita caraffa.

LEAVE A COMMENT