Come Conservare le Verdure con l’Olio e l’Aceto

Tra le varie modalità di conservazione quelle che prevedono l’utilizzo dell’olio o dell’aceto sono sicuramente molto familiari nelle nostre cucine. Sapere conservare le nostre verdure sottolio o sottaceto come descritto in questa guida, è importante per mantenerne intatti caratteristiche e gusto. Risulta essere anche un modo per risparmiare visto che non è necessario utilizzare un dispositivo come la macchina sottovuoto per alimenti.

Occorrente
Verdure
Olio extravergine d’oliva
Aceto di vino bianco o di mele
Acqua
Vasetti

L’olio più adatto alla conservazione delle verdure è l’extravergine d’oliva. Per le conserve sotto olio è necessario invasare le verdure quando risultano bene asciutte, soprattutto dopo l’eventuale scottatura in aceto. Devi sistemarle dentro i vasi cercando di non lasciare degli spazi vuoti, ma facendo attenzione a non schiacciarle.

Se dopo qualche giorno il livello dell’olio si fosse abbassato e le verdure risultassero scoperte in superficie, è necessario che rabbocchi quanto basta.
L’aceto ha invece la funzione di alzare il livello di acidità e risulta perciò un ottimo conservante. Lo devi scegliere di ottima qualità e possibilmente di vino bianco o di mele.

Lo puoi impiegare sia nella cottura, di solito mescolato ad acqua, sia come liquido di riempimento dei vasi. Le verdure le devi sistemare nei vasi ben asciutte, cercando di colmare tutti gli spazi vuoti ma senza pressarle troppo.
La cottura in aceto sarebbe meglio tu la facessi in pentole di acciaio inossidabile.