Come Utilizzare lo Scanner nel Modo Corretto

Hai comprato uno scanner e vuoi iniziare a scansionare testi, immagini, fotografie? Che risoluzione scegliere? Quale formato di salvataggio utilizzare? Come effettuare le regolazioni di colore, luminosità, rimozione graffi e il classico effetto occhi rossi?

Dopo avere collegato lo scanner al computer ed aver effettuato l’istallazione del nuovo hardware tramite il CD allegato, effettuare il test di prova per verificare che tutto sia ok. Solitamente, il CD in dotazione contiene un software che ci permette di utilizzare il nostro scanner. Prima di tutto, posizioniamo correttamente nel piano di vetro dello scanner il documento che vogliamo scansionare assicurandoci di averlo messo in maniera corretta, rispettando gli indicatori riportati sullo scanner stesso.

Avviamo il programma di scansione e decidiamo i DPI da utilizzare. Maggiore sarà il numero, migliore risulterà la qualità dell’immagine, ma al contempo evidenzierà maggiormente i particolari compresi i difetti (es. graffi, piccole macchie o aloni).Consideriamo che per poter stampare professionalmente, la nostra immagine dovrebbe avere minimo 300 DPI se è in bianco e nero e 600 se è a colori.

Stabiliti i DPI, occorre centrare l’immagine: il computer provvede in automatico a rilevare i bordi del documento, ma se vogliamo possiamo agire manualmente modificandoli a nostro piacimento (allargando il bordo o tagliando una parte del documento che non ci interessa.) Per far questo basta agire con il cursore sulle linee tratteggiate che delimitano l’immagine e adattarla alle nostre esigenze o gusti.

Il programma di scansione ci proporrà anche una scelta tra varie opzioni: immagine a colori, immagine in bianco e nero, testo. Scegliamo quella più appropriata al tipo di documento che vogliamo scansionare.L’anteprima ci permette di vedere il risultato delle nostre scelte ed eventualmente di modificarle. Se siamo sicuri che tutto sia a posto, diamo il via alla scansione vera e propria.

Lo scanner, effettuerà un passaggio sopra il documento per mostrarcelo successivamente nel monitor. Bene, a questo punto dobbiamo salvare la nostra scansione. Scegliere un nome e selezionare una cartella dove salvare il file. Per quanto riguarda il formato, possiamo scegliere tra jpg, tiff, se il documento vogliamo pubblicarlo in un sito internet dobbiamo salvarlo in formato jpg e jpeg.

La scelta del formato può aiutarci anche in caso decidessimo di voler poi modificare il nostro file, magari apportandovi delle variazioni utilizzando un programma di grafica. Non è necessario possedere un programma tipo Photoshop, basta qualcosa di più semplice, tipo Paint per iniziare.Se invece il risultato ci piace così com’è e non vogliamo correre il rischio di modificare il file (anche solo per sbaglio) ricorriamo ad formato pdf, proteggerà il nostro documento.

LEAVE A COMMENT