Come Fare il Terriccio

Preparare il terriccio è facilissimo e può persino risultare comodo per eliminare la sostanza organica e i rifiuti della cucina. Con questo sistema si produce inoltre un concime poco costoso e di alta qualità, che migliora il terreno del giardino. Il terriccio può essere anche chiamato composto.

Si possono compostare quasi tutti i rifiuti organici della cucina e del giardino, escludendo però il materiale malato e le malerbe perenni. Occorre scartare rifiuti acri e carne. Consiglio di usare poca erba tagliata e di trinciare i rami tolti alla potatura. Ricordate di rimescolare il terriccio almeno una volta alla settimana.

I contenitori per fare il terriccio si possono fare anche con pochi e semplici materiali. Si può usare un fusto di plastica, tagliate via l’alto e il basso e praticate dei fori di circa 2.5 cm. sui lati. Un’estremità serve da coperchio. Per costruire un contenitore con poca spesa si può impiegare del materiale riciclato come per esempio della rete metallica, dei paletti per sostenere la rete metallica e un vecchio tappeto che funge da coperchio.

Aggiungete il materiale da compostare sul cumulo evitando di accostare materiale foglioso umido a degli altri ingredienti secchi come gli scarti della potatura. Il materiale verde ha un alto contenuto di azoto che accelera la decomposizione. Non usate troppo verde perché può produrre odori sgradevoli. Conviene aggiungere dell’acqua se il tempo è caldo e asciutto o in presenza di materiali molto secchi per stimolare un più rapido processo di decomposizione.

LEAVE A COMMENT